Facebook Twitter E-mail
formats

Cineforum a Castion

Pubblicato il 14 febbraio 2018, da in Ufficio stampa.

Il mese di Marzo apre le porte alla Primavera e…al Cineforum.

Ritorna anche quest’anno l’appuntamento con la rassegna cinematografica aperta a grandi e piccini con 4 film che trattano tematiche attuali e che porteranno lo spettatore a riflettere sulla vita e sui suoi significati.

Primo appuntamento

Domenica 4 Marzo con il film drammatico LION. LA STRADA VERSO CASA.

Tratto da una storia vera. Un’epopea meravigliosa, un viaggio avventuroso tra India e Australia e che riesce a dare un nuovo senso alla parola “famiglia”.

Trama: India centrale, fine anni ottanta. All’età di quattro anni, Saroo, secondogenito di una famiglia molto povera, chiede di seguire suo fratello maggiore Guddu al lavoro. In una stazione non distante dal loro villaggio natale, Saroo viene lasciato per qualche ora a dormire su una panchina ma al risveglio non trova alcuno attorno a sé. Alla ricerca del fratello, il bambino sale erroneamente su un treno deserto che non fa sosta e che lo conduce a Calcutta, città lontana 1600 chilometri. Sperduto nella caotica metropoli, non parlando la locale lingua Bengali, Saroo sopravvive per strada. Ospitato da gente di malaffare, riesce a fuggire, per poi essere notato da un impiegato che parla la sua lingua, l’Hindi, e che lo porta ad un commissariato perché, attraverso la pubblicazione della sua foto sui giornali, qualcuno possa riconoscerlo. Saroo è uno delle migliaia di bambini abbandonati che vagano per la città, sicché non resta che la strada dell’orfanotrofio, dove vengono trattati assai rudemente. Giunge un giorno un’assistente sociale che si è interessata al suo caso e ha trovato una coppia di australiani disposti ad adottarlo. Così nel 1987 Saroo parte alla volta di Hobart, in Tasmania, dove cresce e diventa un uomo adulto. All’età di 25 anni Saroo è uno studente universitario a Melbourne, con numerosi amici ed affetti, anche indiani, ma non ha dimenticato le sue radici e la sua famiglia, per la quale prova un senso di colpa a causa della sua sparizione. Il giovane passa le sue serate su Google Earth alla disperata ricerca del suo villaggio natale, basandosi sui pochi ricordi, nella flebile speranza di ritrovare la madre e i fratelli.

Secondo appuntamento

Domenica 11 Marzo con il film d’animazione LA TARTARUGA ROSSA

Un’opera semplice e metaforica che disegna la vita attraverso le sue tappe ed esprime un rispetto profondo per la natura e la natura umana, veicolando un sentimento di pace e ammirazione davanti al suo mistero.

Trama: Dopo un naufragio su un’isola tropicale popolata da granchi ed uccelli esotici, un uomo si trova a combattere per la sopravvivenza. Tenta più volte di fuggire dall’isola con una zattera da lui costruita, ma tutte le volte è ostacolato da una creatura sottomarina, una grande tartaruga rossa. Quando finalmente l’uomo ha il sopravvento sulla tartaruga, che è abbandonata sulla spiaggia a morire, compare sull’isola una donna misteriosa. L’uomo e la ragazza iniziano una vita tranquilla allietata dopo breve tempo dalla nascita di un figlio. Passano gli anni e quando il ragazzo è ormai adolescente, sull’isola si abbatte uno tsunami che distrugge gran parte della vegetazione. La madre si salva anche se ferita ad una gamba, ma il padre è trascinato al largo dalle acque ed è solo con l’aiuto di suo figlio, a sua volta aiutato da tre grandi tartarughe, che riesce a raggiungere a fatica l’isola. Passano ancora alcuni anni e il ragazzo, ormai diventato adulto, saluta i genitori e abbandona l’isola, accompagnato sempre dalle tre grandi tartarughe. L’uomo e la donna restano quindi di nuovo soli sulla loro isola, gli anni passano e i loro capelli, da scuri diventano grigi e poi bianchi, fino a che una mattina l’uomo non si risveglia più dal suo sonno. Dopo aver salutato per l’ultima volta il compagno di una vita, la grande tartaruga rossa, in cui si è di nuovo trasformata la donna, si avvia lentamente verso il mare da cui era venuta.

Terzo appuntamento

Domenica 18 Marzo con il film dramma/commedia CAPTAIN FANTASTIC.

Questo film mette al centro il tema dell’educazione, facendolo diventare un problema. 

Trama: Ben e la moglie hanno scelto di crescere i loro sei figli lontano dalla città e dalla società, nel cuore di una foresta del Nord America. Sotto la guida costante del padre, i ragazzi, tra i cinque e i diciassette anni, passano le giornate allenandosi fisicamente e intellettualmente: cacciano per procurarsi il cibo, studiano le scienze e le lingue straniere, si confrontano in democratici dibattiti sui capolavori della letteratura e sulle conquiste della Storia. Suonano, cantano, festeggiano il compleanno di Noam Chomsky e rifiutano il Natale e la società dei consumi. La morte della madre, da tempo malata, li costringe a intraprendere un viaggio nel mondo sconosciuto della cosiddetta normalità: viaggio che farà emergere dissidi e sofferenze e obbligherà Ben e mettere in discussione la sua idea educativa. 

Quarto appuntamento

Domenica 25 Marzo con il film biografico/drammatico/sportivo LA REGINA DI KATWE

La vera storia di Phiona Mutesi, la donna nata nei bassifondi di Kampala, che malgrado abbandonò la scuola da giovanissima, divenne un prodigio nel gioco degli scacchi.

Trama: Nata in povertà in una baraccopoli di Katwe, Uganda, e dopo un’infanzia difficile, verso i nove anni Phiona Mutesi si avvicina al mondo degli scacchi. La passione per gli scacchi la porterà nel 2010 a rappresentare il suo paese alle XXXIX olimpiadi degli scacchi. Nel 2012, con il titolo di Candidato Maestro FIDE Femminile, diventa una delle prime giocatrici titolate nella storia scacchistica ugandese.

 

Tutti i film verranno proiettati presso il Teatro San Gaetano a Castion alle ore 17.00. L’ingresso è gratuito.

 

Commenti disabilitati su Cineforum a Castion.